Attività, In home page giu - 19 - 2017

Invito corridoi umanitari

L’ANRP non può non dedicare il proprio interesse anche alle vittime e ai perseguitati di oggi e segue con crescente preoccupazione le chiusure e i respingimenti attuati da alcuni paesi che stanno innalzando nuovi muri e nuovi reticolati.

Pertanto intende affrontare tale problematica, quanto mai attuale, esaminando il progetto-pilota dei “corridoi umanitari”, il primo di questo genere in Europa, realizzato dalla  Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia, la Tavola Valdese e la Comunità di S. Egidio e più recentemente dalla Conferenza Episcopale italiana, tramite  i suoi organismi Caritas e Fondazione Migrantes, sempre in rapporto con la Comunità di S. Egidio.

La promozione di queste azioni umanitarie e politiche nasce infatti per contrastare il traffico umano dei “barconi” e aprire vie d’accesso legali e sicure in Italia. Canali leciti, protetti e riconosciuti per persone vulnerabili, in fuga da situazioni a rischio come la guerra, il terrorismo, le persecuzioni, le epidemie, la fame etc..

Discuteranno sul perché di queste scelte, dei passi necessari per la realizzazione dei corridoi umanitari, delle competenze richieste, degli oneri e di cosa accade una volta che i beneficiari siano giunti i Italia, durante l’incontro moderato dall’Ambasciatore Sergio Busetto, già Capo della Rappresentanza permanente d’Italia presso il Consiglio d’Europa, la Prof.ssa Maria Immacolata Macioti, Responsabile dell’Osservatorio Permanente Rifugiati Vittime di Guerra dell’ANRP, il Prof. Paolo Morozzo della Rocca, responsabile per l’area legale delle attività della Comunità di Sant’Egidio e la dott.ssa Giulia Gori del coordinamento accoglienza del Programma Mediterranean Hope – Corridoi Umanitari della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia.