Attività, In home page Nov - 12 - 2019

Loc12 nov 2019

 

30 anni dalla caduta del Muro è il tema di questa mostra artistica, di dipinti, installazioni e cortometraggi. Nasce da un progetto sulla memoria storica elaborata attraverso l’atto creativo e si rivolge in particolar modo alle giovani generazioni poiché la costruzione del futuro si fonda sulla facoltà di ricordare, sulle testimonianze di chi ha vissuto, sulle tracce di un passato da tramandare.
Artisti internazionali si confrontano esaminando un evento storico che ha segnato una cesura nell’emisfero occidentale, la caduta del Muro di Berlino, ovvero una fine senza ritorno della Guerra Fredda, di decenni di tensioni tra l’Europa dell’Est e quella dell’Ovest in cui esistevano mondi paralleli e ideologie stridenti. Il crollo di un’era storica ha improvvisamente trasformato e assorbito culture diverse, fatto re-incontrare mondi assentatisi coattamente dalle reciproche frequentazioni. Questi cambiamenti sono stati così veloci, anche incoraggiati da una tecnologia sempre più incalzante nel quotidiano, da impedire un reale assorbimento e una reale rielaborazione dei fatti storici, di quelle vicende che dal dopoguerra al 1989 hanno riguardato tutti i paesi di oltrecortina.
Le ultime tre decadi sembrano, infatti, molto più lontane di quanto il 1989 non lo fosse dai primi anni del secondo dopoguerra.
L’arte nel suo linguaggio comune a popoli di più culture e più lingue riavvicina e riconduce verso il tracciato della memoria, sebbene con forme e modalità molto diverse.